venerdì 28 novembre 2008

Deriva bestiale


Che cavolo è successo quella sera? Erano tutti impasticcati, sovraeccitati artificialmente? Pur nella gravità del caso Bonsu c'è quasi da augurarselo...

Continuiamo nelle notizie che non avremmo mai voluto scrivere. Nel narrare di una deriva bestiale. Ma come si può parlare di fatti isolati, quando l'humus, la cultura dominante, l'idem sentire di un corpo di polizia municipale porta a farsi una foto con un trofeo fatto di carne umana?  E' quella dunque la normalità, visto che nessuno dei presenti nemmeno si è alzato per fermare quel gesto e, cosa ancora più grave, nemmeno ha aiutato il magistrato nella sua azione di ricerca della verità giudiziaria? Via del Taglio piccola caserma Diaz? Ogni giorno che passa emergono particolari sempre più inquietanti. Bestiali, appunto. Quando l'uomo dimentica se stesso si avvicina alla bestia, quando tratta gli altri come prede come fiere, da ostentare ed umiliare, è nullaltro che una bestia. Che cavolo è successo quella sera? Erano tutti impasticcati, sovraeccitati artificialmente? Pur nella gravità del caso Bonsu c'è quasi da augurarselo... Perchè se tutto questo - botte , umiliazioni, sequestro di persona, foto-trofeo, omertà conseguente e tentativi di cancellazione prove - è avvenuto... normalmente, c'è da avere davvero paura e tanta. "Macchine da guerra " in tempo di pace ? E' questa la cultura collettiva dominante? Da marines frustrati? E ancora, se è successo, chissà quante altre volte potrebbe essere successo e magari coinvolto persone meno "forti" di Bonsu. Non è un caso che la legge preveda pene più dure per i pubblici ufficiali, perchè non devono cadere nella tentazione di approfittarne, di farsi giustizia da soli, perchè loro devono vigiliare sui limiti e non travalicarli. Se così è andata si sono travalicati non solo i confini del codice e anche della morale. Dio non voglia che si siano fatti belli anche coi loro superiori (sempre più difficile pensare che nessuno in alto sapesse, in questo Corpo allo sbando , senza comando fisso da anni). E i politicamente responsabili di questi fatti, restano incredibilmente al loro posto, come nulla fosse successo . "Scimmia", prostitute, dignità: solo polvere da buttare sotto il tappeto della "città bella"? 
di Antonio Mascolo

Nessun commento:

Posta un commento

Cerca nel Blog

FeedBurner FeedCount

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei siti "linkati” né dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di avvisare via e-mail per la loro immediata rimozione.

Gli autori