mercoledì 5 novembre 2008

L'Iraq e la questione sicurezza tra tensioni politiche, etniche e confessionali




Dopo lunghi mesi di difficili trattative, gli Stati Uniti e l’Iraq ancora non sono riusciti a raggiungere un’intesa sul cosiddetto ‘Status of Forces Agreement’, l’accordo di sicurezza che dovrebbe regolare lo statuto giuridico della forze armate americane in Iraq, sostituendo il mandato ONU che scade il 31 dicembre.

Dietro questo mancato accordo si cela – oltre ad alcune divergenze specifiche fra Washington e Baghdad – la tutt’altro che velata opposizione dell’Iran, paese che è in grado di esercitare una notevole influenza sul governo iracheno, e che vede il prolungarsi della presenza americana in Iraq come una grave minaccia alla sue ambizioni nella regione, ed alla sua stessa sopravvivenza.

Tuttavia, le modalità della permanenza americana o di un ritiro delle truppe straniere dall’Iraq saranno di importanza cruciale per il futuro stesso del paese.

Sebbene si ritenga comunemente che le condizioni all’interno dell’Iraq siano migliorate, secondo alcuni a seguito dell’invio di ulteriori truppe da parte di Washington alcuni mesi fa, la realtà è che il paese continua ad essere profondamente diviso e percorso da aspre tensioni politiche, etniche e confessionali, pronte a sfociare in nuove esplosioni di violenza.

Lo testimoniano fra l’altro i recenti episodi di persecuzione di cui è stata vittima la minoranza cristiana di Mosul. Ma sono le minoranze in generale ad essere in questo momento le più esposte, nel clima di crescenti tensioni che sta prendendo piede fra i curdi ed il governo centrale.

D’altra parte, se il problema etnico è quello che attualmente sembra suscitare le maggiori preoccupazioni per la pace nel paese, il problema confessionale, e della ripartizione del potere, fra arabi sunniti e sciiti è anch’esso tuttora irrisolto.

Tutto questo fa sì che, indipendentemente dal protrarsi della presenza americana in Iraq, il futuro del paese appaia alquanto oscuro e incerto.

Fonte: Arabnews

Link: http://www.arabnews.it/

Nessun commento:

Posta un commento

Cerca nel Blog

FeedBurner FeedCount

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei siti "linkati” né dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di avvisare via e-mail per la loro immediata rimozione.

Gli autori