martedì 19 maggio 2009

Torino-Castello del Valentino, due esponenti del Prc colpiti violentemente dalle forze dell'ordine




univ
La polizia in tenuta antisommossa ha caricato gli studenti dell'onda che stavano manifestando a Torino davanti al Castello del Valentino, sede scelta per i tre giorni, dal 17 al 19 maggio, dell'University Summit 2009, alla quale partecipano 50 rettori provenienti da 50 università dei paesi appartenenti al G8.
E' bastato qualche lancio di uova e la polizia ha iniziato a caricare gli studenti. Tre sono stati i ragazzi fermati al momento, anche se successivamente due  di loro un ragazzo e una ragazza di origine greca sono stati rilasciati dopo essere stati identificati. Il terzo un italiano di Bologna si trova ancora in Questura per essere identificato dalle forze dell'ordine.  Alcuni studenti hanno bloccato le strade con i cassonetti dell'immondizia per chiedere l'immediato rilascio di tutti i fermati.
Blocchi che secondo gli studenti continueranno fino a quando la richiesta non sarà stata accolta dagli organi di polizia. Intanto molti negozianti visti i momenti di tensione hanno deciso di abbassare le saracinesche.
Il traffico è in tilt anche in Corso Vittorio bloccato dal corteo dell'Onda che ha raggiunto piazza Carlo Felice e la stazione ferroviaria di Porta Nuova, forse con il tentativo di occuparla. Non sono mancati altri momenti di tensione. Prima con gli automobilisti esasperati dall'impossibilità di circolare su alcune strade principalei del centro, e poi nuovamente con la polizia che ha caricato i manifestanti per marginare il flusso.
Durante gli scontri è rimasta ferita una giovane del Prc Eleonora Forenza, membro della Segreteria Nazionale, la quale secondo le prime testimonianze avrebbe riportato la frattura del braccio. Ma non è un caso isolato, molti studenti hanno denunciato gli attacchi violenti della Polizia, tanto che alcuni di loro hanno dovuto ricorrere alle cure  del pronto soccorso.
de Nardis Andrea
Insomma Torino oggi è praticamente blindata ed è impossibile spostarsi per le vie della città in auto. Nonostante questo i giovani provenienti da tutta Europa non hanno voluto mancare all'appuntamento per protestare contro l'iniziativa promossa dalla Crui, la Conferenza dei Rettori delle Università Italiane, che di fatto legittima il G8 universitario ad essere l'unico strumento d'interlocuzione con i capi di governo. L'Onda studentesca dissente dalle politiche che continuano ad attaccare il modello universitario tentando di privatizzare il sapere comune, e favorire una didattica esclusivamente assoggettata alle esigenze del mercato, e ai profitti delle aziende. Un obiettivo creato ad hoc che di fatto penalizzerebbe l'alta formazione universitaria rendendola limitata alle esigenze esclusive delle imprese attraverso l'apporto di capitale privato.
di Alessandro Ambrosin - da Dazebao.org

Nessun commento:

Posta un commento

Cerca nel Blog

FeedBurner FeedCount

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei siti "linkati” né dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di avvisare via e-mail per la loro immediata rimozione.

Gli autori