sabato 6 giugno 2009

Un'Italia turbata e disturbata


Stamane la mamma di Noemi Letizia si è affidata ai giornali per affermare che Noemi è turbata.  Anche noi signora! Soprattutto perché non capiamo la verità , nessuno vuole giudicare sua figlia, ma comprendere è un diritto. Nella giornata di ieri sono morti tre operai e il capo del Governo italiano, mentre passava il tempo a cantare al karaoke con sua figlia , trascurava le leggi sulla sicurezza nei luoghi di lavoro, ammorbidendo la legislazione del Governo Prodi sul tema, ecco perché siamo turbati.

La crisi in questo Paese è stata minimizzata, e mentre il capo del Governo si intratteneva con belle ragazze in Sardegna comprando loro numerosi regali , la gente moriva di fame, ecco perché siamo turbati.

Chiunque in questo Paese abbia parlato sui mezzi di informazione, per mostrare il proprio dissenso sull’operato del Governo, è stato “colpito” ed ora i giornalisti hanno paura, ecco perché siamo turbati.

L’industria culturale del Paese è completamente in mano al capo del Governo e noi giovani ci sentiamo strozzati da una cultura frivola che non ci rappresenta .

Questo degrado culturale è il modello comportamentale di sua figlia con il Presidente del Consiglio, ecco perché siamo turbati.

Una donna umiliata pubblicamente si è ribellata al marito ricco e  potente, ma le donne italiane le hanno dato addosso, sono attratte più dal potere che da un giusto ruolo per la  donna in questo Paese. Ecco perché siamo turbati.

Il pericolo rappresentato da Berlusconi, afferma il Financial Times, è di "svuotare i media di serio contenuto politico, rimpiazzandolo con l'intrattenimento, di demonizzare i nemici e rifiutare di accettare la legittimazione di ogni critica indipendente". Il pericolo è "mettere una fortuna al servizio della creazione di un'immagine di massa, composta da affermazioni di successi ininterrotti e sostegno di popolo". Che Berlusconi sia così dominante è "in parte colpa di una sinistra titubante, di istituzioni deboli e talvolta politicizzate, di un giornalismo spesso subalterno. Ma più di tutto è colpa di un uomo molto ricco, molto potente e sempre più spietato. Non un fascista, ma un pericolo, in primo luogo per l'Italia, e un esempio maligno per tutti".
Questo è il Financial Times il più autorevole giornale d’Europa . Ecco perché siamo preoccupati.
di Tania Passa

Nessun commento:

Posta un commento

Cerca nel Blog

FeedBurner FeedCount

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei siti "linkati” né dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di avvisare via e-mail per la loro immediata rimozione.

Gli autori