domenica 20 settembre 2009

L'Associazione per la sinistra di Bologna sulla costituente del nuovo soggetto della sinistra


Il documento approvato all'unanimità dall'Associazione per la sinistra di Bologna lo scorso 15 settembre in previsione dell'Assemblea di SeL domenica a Napoli sulla costituente del nuovo soggetto della sinistra.

Siamo compagne e compagni che provengono da militanze e pratiche politiche diverse che si sono incontrati nell'AssociazionePer la Sinistra di Bologna per costruire un luogo in grado di accogliere perché capace di pensare e fare la politica in modo rinnovato ed efficace.
Abbiamo aderito all'Associazione Per la Sinistra interessati e impegnati alla costruzione di un nuovo soggetto politico a sinistra, nella convinzione che in Italia la gravità dei problemi e l'urgenza delle risposte richiedano una sinistra autonoma, profondamente radicata e innovata nei contenuti e nelle pratiche, capace di rappresentare il lavoro e di civilizzare i temi che riguardano le libertà, capace di reagire al collasso di democrazia.
Una parte di noi ha votato Sinistra e Libertà alle elezioni nella convinzione che il cartello elettorale sarebbe stato il primo passo per la costruzione del nuovo soggetto politico. Ma il percorso che si è avviato, e che dovrebbe trovare legittimazione e convalida da parte di tutte e tutti quelli che parteciperanno all'assemblea (la cui certificazione democratica è piuttosto incerta) del 20 settembre a Napoli, non ci convince.
Per costruire il nuovo soggetto non esistono scorciatoie di tempo e di luogo. Non si può sfuggire da nodi, che riguardano l'intero campo della sinistra, drammaticamente irrisolti sul piano culturale, politico, organizzativo.

Per questo non siamo fra i fautori del partito subito, (richiesta che emerge in diverse prese di posizione di realtà territoriali) poiché un nuovo partito si alimenta di un progetto, di una qualità nelle risposte, di visioni strategiche. Ma non condividiamo neppure una modalità che anziché mettere insieme le trame di una nuova politica, sembra mettere insieme solo ceto politico.
Percorso costituente significa, al contrario, allargare e includere, significa coinvolgimento e partecipazione, rapporti con soggetti sociali e movimenti, pensiero, ricerca politica, proposta.
Ci preoccupa un percorso che al contrario sembra più una fusione a freddo fra gruppi dirigenti autoreferenziali delle forze politiche che hanno dato vita a Sinistra e Libertà, (i disastri politici del Pd e della Sinistra Arcobaleno insegnano) piuttosto che una pratica partecipativa e democratica che coinvolga reti associative, esperienze territoriali, singole persone.

C'è un mondo fuori da tutto ciò che fa cose di sinistra e che non trova ascolto, né interlocuzione, né rappresentanza. Che è disilluso e che spesso torna silenziosamente a casa, ma altrettanto spesso non rinuncia a cercare ancora spazi a sinistra di agio politico.
Finora Sinistra e Libertà non è stata questo spazio. Può diventarlo se dal 20 settembre si avviasse un nuovo processo costituente, con l'indicazione di tempi certi e sulla base di modalità realmente democratiche. Un processo che costruisca pensiero e azione politica, da definire attraverso un confronto vero sui temi che sconvolgono la vita delle persone, a partire dai cinque soggetti politici che hanno dato vita a Sinistra e Libertà, e con il massimo coinvolgimento delle tante realtà locali.

Con tutta l'urgenza del caso, consapevoli dell'importanza del passaggio elettorale di fine marzo 2010, Sinistra e Libertà deve aprire un confronto trasparente, finalizzato a definire le priorità politiche per i prossimi mesi, e a costruire un nuovo radicamento sociale. Altrimenti anche le prossime elezioni regionali vedranno la riedizione di un cartello elettorale sempre meno attraente e del quale si rischia di avere perso per strada il senso e la ragione.

Associazione per la Sinistra, Bologna

Link: http://www.aprileonline.info/notizia.php?id=12922

Cerca nel Blog

FeedBurner FeedCount

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei siti "linkati” né dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di avvisare via e-mail per la loro immediata rimozione.

Gli autori