sabato 17 aprile 2010

Mafia,un chiarissimo invito all'omertà da parte di Berlusconi


Roma. Ogni occasione è buona per elogiare l’azione dell’attuale governo. E’ accaduto anche stamani, a Palazzo Chigi, dopo il consiglio dei Ministri, il premier ha colto la palla al balzo per ricordare i successi dell’attuale esecutivo e snocciolare i numeri in merito al contrasto al crimine organizzato...

...accusando l’informazione di essere responsabile del fatto che la mafia italiana risulterebbe essere “la sesta mafia al mondo, ma è quella più conosciuta” anche per i film e le fiction che ne hanno parlato come “la serie della Piovra” e in generale “la letteratura, Gomorra e tutto il resto”. Non è la prima volta che Berlusconi si lascia andare ad esternazioni come queste.
Probabilmente dà fastidio che si parli di mafia, che la gente venga informata perché un libro come quello di Gomorra ha tenuto viva l’attenzione dell’opinione pubblica sull’attività della criminalità organizzata e ha riacceso i riflettori sulla Camorra.
Certo è singolare che se ne parli nel giorno in cui il pg della procura di Palermo ha chiesto la condanna a 11 anni per concorso esterno in associazione mafiosa per il suo braccio destro Marcello dell’Utri.
In realtà presidente lei sa benissimo che non basta pubblicare libri per eliminare la mafia, che purtroppo continua ad essere radicata nel nostro Paese proprio per quei legami indissolubili che continua a tessere con la politica.

Nessun commento:

Posta un commento

Cerca nel Blog

FeedBurner FeedCount

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei siti "linkati” né dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di avvisare via e-mail per la loro immediata rimozione.

Gli autori