sabato 26 giugno 2010

Solo trenta o quaranta anni fa avremmo chiamato emigranti. Oggi, come dovremmo chiamarli?

"Sarà che il fenomeno emigrazione riguarda il passato del nostro paese e non più il presente?" Sarà vero che gli italiani hanno smesso di far la valigia alla ricerca di miglior fortuna altrove? Un giorno in Europa si compone di quattro storie, quattro storie di italiani all'estero.
Le loro vicende private si intrecciano con i risvolti della nuova realtà europea in città quali Berlino, Praga, Santiago de Compostela, Amsterdam e Prato, che è la realtà da cui provengono. La vita affettiva, il lavoro, le aspirazioni, le difficoltà di quattro persone che solo trenta o quaranta anni fa avremmo chiamato emigranti. E oggi come dovremmo chiamarli?"



di Ettore Melani -  ettoremelani@yahoo.it 
Fonte: Arcoiris Tv
Il filmato è disponibile da una collaborazione con Arcoiris Tv

2 commenti:

  1. Gli italiani si scordano presto della propria storia ... purtroppo.

    RispondiElimina
  2. Gli italiani sono un popolo strano, dimenticano quello che erano...Un popolo che non ricorda o, vergognandosi, rimuove il proprio passato, ha profondi problemi di identità.

    RispondiElimina

Cerca nel Blog

FeedBurner FeedCount

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei siti "linkati” né dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di avvisare via e-mail per la loro immediata rimozione.

Gli autori