mercoledì 28 luglio 2010

L'ultimatum degli elettori della Sinistra al Pd

Se i dirigenti del Pd leggessero bene il sondaggio pubblicato oggi da Repubblica.it ne potrebbero trarre una indicazione assai utile per il futuro. Perché il vero dato sensibile della rilevazione di Ipr Marketing non è l’eventuale prevalere di Vendola su Bersani, ma il combinato disposto tra questo dato e quelli che delineano le opinioni sul profilo dei due leader.
Bersani è giudicato più competente, più onesto, più sincero, più affidabile, più determinato, più concreto. Eppure, se si dovesse votare tra i due alle primarie, il governatore pugliese vincerebbe. E, allo stesso modo, gli elettori del centrosinistra lo considerano un candidato migliore da contrapporre a Silvio Berlusconi.
Gli elettori dell’opposizione sono dunque malati di schizofrenia politica?

Non proprio, perché la contraddizione è solo apparente. Lo iato tra le risposte sui profili e quelle sul voto alle primarie ha un motivo tanto semplice quanto ostico da digerire per il Pd: è cambiata la forma della politica, e con essa il linguaggio con cui la politica si esprime.
Per questo, stando ai numeri Ipr, Bersani sarebbe più stimato ma in tanti finirebbero per votare Vendola. Perché il Pd continua a fare a cazzotti con il mutare dei tempi.
E se i vecchi dirigenti del Pci dicevano che bisognava sempre stare un metro avanti della classe operaia, oggi i vertici del Partito democratico sono sempre un chilometro dietro i loro elettori.
Proprio quel chilometro che la “poesia” vendoliana riempie di suggestioni. Con le quali, piacciano o no, Bersani e gli altri devono fare i conti.

di Marco Bracconi

Nessun commento:

Posta un commento

Cerca nel Blog

FeedBurner FeedCount

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei siti "linkati” né dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di avvisare via e-mail per la loro immediata rimozione.

Gli autori