martedì 5 ottobre 2010

Edizione straordinaria: un antisemita primario guida il governo della Repubblica italiana. Colleziona storielle e ragazze, una al giorno

Edizione straordinaria: un antisemita primario guida il governo della Repubblica italiana. Colleziona storielle e ragazze, una al giorno. Ma bisogna capirlo: si è solo lasciato andare, il 29 settembre scorso, dopo che il Parlamento lo aveva costretto a trascorrere il giorno del suo 74 compleanno in un ruolo e soprattutto in un linguaggio non suoi, quelli del politico paludato stile Prima Repubblica. Nel cortile di Palazzo Grazioli, circondato da fans, si è tolto gli abiti ingessati dello statista e ha indossato il costume che preferisce, quello del clown pronto a solleticare gli umori bassi del suo uditorio. Lo aveva già detto all'epoca dello show al Parlamento europeo: gli italiani, a differenza dei tetri tedeschi, sanno ridere di tutto, persino dell'Olocausto. E anche se le barzellette sembrano nuove,  ad ogni siparietto è sempre la stessa storia, la stessa confessione che si ripete:
IO sono l'autobiografia della nazione e in me non fate che riconoscere la vostra natura più reale e più profonda, di barzellettieri, di puttanieri, di antisemiti. Quale altro potere vi ha mai concesso l'estremo privilegio democratico che io vi concedo: specchiarvi non nella sua fittizia maestà, ma nella sua sconfinata volgarità? Grattate il cerone e scoprirete la realtà, il suo volto irrorato di sangue. Gli ebrei sono la metafora di quello che vorremmo fare ai rom: anche su loro, domani, si racconteranno barzellette. Non c'è niente di più triste - diceva Pierre Mac Orlan - del camerino di un clown. 

di Attilio Scarpellini

Nessun commento:

Posta un commento

Cerca nel Blog

FeedBurner FeedCount

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei siti "linkati” né dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di avvisare via e-mail per la loro immediata rimozione.

Gli autori