mercoledì 8 dicembre 2010

Trent'anni senza John

Sono passati trent'anni dall'8 dicembre 1980, Mark Chapman gli si parò davanti nei pressi della sua casa di New York e, prima di sparare, gli disse: "Ehi mister Lennon, sto per entrare nella storia". Trent'anni dopo John Lennon, in tutto il mondo, resta non solo l'icona della rivoluzione musicale e culturale rappresentata dai Beatles, ma anche, con le sue clamorose iniziative di protesta, il simbolo di una presa di posizione pacifista, contro ogni guerra. 

Per questo alle 17.30 in piazza De Ferrari, davanti a Palazzo Ducale, le più note tra le sue canzoni-simbolo per la pace  -  Power To The People, Give Peace A Chance, Happy Xmas (War Is Over) e ovviamente Imagine -  saranno suonate e cantate da chiunque vorrà affiancarsi ai tre cori (Daneo, Quattro Canti e Cantolibero) diretti dal maestro Gianni Martini, storico chitarrista di Giorgio Gaber e direttore della scuola di musica MusicLine. 


Le adesioni, anche tramite la pagina creata su Facebook, sono già centinaia. L'iniziativa "Genova per Lennon. Cantata contro tutte le guerre, per la fratellanza dei popoli" è organizzata dai gruppi pacifisti che da dieci anni propongono ogni mercoledì pomeriggio davanti a Palazzo Ducale "l'ora di silenzio per la pace" e da MusicLine, con il sostegno dell'assessorato alle iniziative per la Pace della Provincia di Genova e il patrocinio e la collaborazione organizzativa del Comune di Genova. E' l'appuntamento numero 455 per i pacifisti, come ogni mercoledì, dal 2001 in avanti; alla cantata hanno già aderito Arci, Anpi, Emergency, Amnesty International Gruppo 7, Legambiente Genova. 

"Noi di Music Line pensiamo che il miglior modo per ricordarlo sia quello di cantare tutti insieme alcune delle sue canzoni, testimonianza dell'impegno civile oltre che musicale di Lennon. Per questo abbiamo aderito all'iniziativa dei Pacifisti Genovesi che da dieci anni ogni mercoledì testimoniano con un'ora di silenzio il loro no a tutte le guerre  -  dice Gianni Martini  -  Invitiamo quindi tutta la cittadinanza, i rappresentanti delle istituzioni, i lavoratori, il sindacato, le associazioni culturali, i musicisti, i cantanti, i cori, gli studenti, chi ha amato John Lennon ad unirsi in questo happening per cantare". 

I trent'anni dalla morte di John Lennon sono ricordati anche a Savona: il Comune organizza una "Savona Beatles Week" dall'8 al 12 dicembre. Mercoledì, dalle 8 alle 24, Beatles Radio Marathon su radio savona Sound; il 9 dicembre alle 20.30 "Ricordando John al Filmstudio" con le immagini di film e gli interventi di Jacopo Marchisio e Zibba; il 10 dicembre al Teatro sacco verrà presentato il volume "Beatles a Fuimnetti" con gli autori Enzo Gentile e Fabio Schiavo, l'11 alla Libreria Ubik toccherà al volume "Shoot me" di Joe Santangelo e infine domenica 12 dicembre alle 21 , Lennon Memorial al Teatro Chiabrera, con lo spettacolo "John Lennon. Omicidio di una rockstar" di Ezio Guaitamacchi , con Brunella Boschetti, Laura Fedele, Boris Savoldelli e Carlo Montana, seguito dal concerto Cavern Live. Tutti gli eventi sono ad ingresso libero.


di DONATELLA ALFONSOFonte: la Repubblica

Nessun commento:

Posta un commento

Cerca nel Blog

FeedBurner FeedCount

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei siti "linkati” né dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di avvisare via e-mail per la loro immediata rimozione.

Gli autori