lunedì 8 febbraio 2010

Cosa Nostra partorì Forza Italia con l'aiuto di Dell'Utri


Palermo. Forza Italia era frutto di una trattativa con Cosa Nostra. Lo ha dichiarato Massimo Ciancimino, figlio dell'ex sindaco di Palermo Vito...

...che sta deponendo al processo per favoreggiamento alla mafia (per la mancata cattura di Provenzano a Mezzojuso nel 1995) a carico dell'ex comandante dei Ros Mario Mori e del colonnello dei Carabinieri Mauro Obinu. "Mio padre mi disse che Forza Italia era nata in seguito alla cosiddetta trattativa tra Stato e mafia", ha detto Ciancimino nell'aula bunker, rispondendo a una domanda su una lettera, strappata nella parte iniziale e quindi non completa, depositata agli atti del processo. E che a dire del teste sarebbe stata scritta dal boss Bernardo Provenzano o da soggetti a lui vicini. La lettera, indirizzata al senatore del Pdl Marcello Dell'Utri e a Silvio Berlusconi, doveva essere visionata, prima della consegna, da Vito Ciancimino, che in quel momento si trovava in carcere. Motivo per cui il figlio sarebbe stato incaricato di mostrargliela.


Nella lettera, ricorda Ciancimino, si farebbe riferimento a una intimidazione nei confronti del figlio di Berlusconi: "Intendo portare il mio contributo – si legge - che non sarà di poco conto perché questo triste evento non si verifichi. Sono convinto che Berlusconi potrà mettere a disposizione le sue reti televisive".

"Mio padre -- ha detto Massimo -- mi raccontò che questo biglietto, assieme all'immunità di cui aveva goduto Provenzano e alla mancata perquisizione del covo di Riina dopo il suo arresto, erano il frutto di un'unica trattativa con lo Stato che andava avanti da anni. Con questo messaggio -- ha continuato -- Provenzano voleva richiamare il partito di Forza Italia, nato grazie alla trattativa, a tornare sui suoi passi e a non scordarsi che lo stesso Berlusconi era frutto dell'accordo".

Nel corso delle udienze precedenti Ciancimino aveva già ricordato che Provenzano godeva di una sorta di "immunità" che gli consentiva di muoversi liberamente e aveva citato il senatore Dell'Utri, come del personaggio che conduceva la cosiddetta “trattativa tra Cosa Nostra e lo stato” e che aveva “scavalcato in questo compito mio padre Vito”.

Cerca nel Blog

FeedBurner FeedCount

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei siti "linkati” né dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di avvisare via e-mail per la loro immediata rimozione.

Gli autori