venerdì 9 aprile 2010

CITTADINI DI MONTECCHIO MAGGIORE E ADRO MI FATE SCHIFO


20 marzo- A Montecchio Maggiore, provincia di Vicenza, il sindaco leghista Milena Cecchetto mette a bottiglietta di acqua e panino 8 bambini (due italiani e quattro stranieri) della scuola elementare e materna i cui genitori non riescono a pagare la mensa. La chiama riduzione del pasto. Agli altri infatti vengono frattanto serviti la pasta al sugo, la fettina, la verdura cotta e un frutto.

7 aprile- Ad Adro provincia di Brescia invece il sindaco leghista Oscar Lancini ha stabilito che bambini i cui genitori non hanno provveduto a pagare la mensa (una quarantina, in maggioranza stranieri) vengano allontanati dalla scuola durante l'orario di mensa, mentre i loro compagni si siedono a tavola.

No, non ce l'ho con i due sindaci -i cui nomi peraltro voglio imparare a memoria e riscrivo qui MILENA CECCHETTO e OSCAR LANCINI- che hanno preso questi provvedimenti. Sono solo DUEpersone. È normale incontrare almeno DUE PERSONE imbecilli e malvage in due paesi.

Io mi indigno perché non vedo scendere in piazza infuriati gli abitanti dei due paesi, quelli i cui bambini mangiano tranquillamente in mensa; mi indigno perché tacciono, perché non gridano sulla piazza del loro paese che NO, LORO NON SONO D'ACCORDO, CHE LORO SI DISSOCIANO.

Montecchio Maggiore ha 23.824 abitanti. Adro ha 6.416 abitanti. Fa 30.240. Togliamo le famiglie dei bambini insolventi, qualche vecchio allettato, qualche invalido, i neonati, restano almeno 30.000 cittadini che con il loro silenzio si rendono complici di questi atti vuoti di intelligenza ed elementare umanità. Pieni invece dei miasmi più turpi che si possano immaginare.

Ecco, sono loro, quei 30.000 cittadini che mi fanno davvero schifo.

Non ho nessun altro modo per dirglielo, tranne che scriverlo qui.

E qui lo scrivo: CITTADINI DI MONTECCHIO MAGGIORE E ADRO MI FATE SCHIFO.


di Marina

Fonte: inezie essenziali

Cerca nel Blog

FeedBurner FeedCount

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei siti "linkati” né dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di avvisare via e-mail per la loro immediata rimozione.

Gli autori