domenica 9 maggio 2010

Mentre Scajola e compari giocano con gli immobili la tragedia greca arriverà anche da noi

Come gli operai incatenati sui tetti o peggio che si danno fuoco al pari dei bonzi la protesta del popolo greco diventa dramma e disperazione. Ora che è certo lo spettro del fallimento dell’economia nazionale - portata alla deriva dalle dissennatezze del Karamanlis speculatore e manipolatore di conti pubblici, al cui sistema anche i Papandreou degli anni passati davano fiato (chi non ricorda il clientelare business olimpico?) – ora che il disavanzo abissale e il risanamento a colpi di sacrifici peseranno esclusivamente sui ceti del lavoro dipendente resta una rabbia che appare impotente. Nell’immenso Centro Commerciale in cui s’è trasformato da decenni il vecchio continente quel lavoro è spesso improduttivo, terziario avanzato si diceva negli anni dei miracoli di plastica, per la Grecia legato a un turismo sempre meno romantico e solo affaristico-aggressivo. Un sistema che non crea meccanismi virtuosi di occupazione stabile, produce raid d’arricchimento e picchi di speculazione per pesci grandi e piccoli pronti a ingozzarsi di pastura e sempre meno abili a nuotare in mare aperto.

Nichi, un'ascesa dallo stile impeccabile, evitando le trappole del PD e di Di Pietro


“Sto pensando a pannelli fotovoltaici su tutte le case, voglio insistere ancora sull’eolico, abolire la tassa sull’agricoltura, che in tempi di crisi è obiettivo consistente…”. Nichi Vendola sa dove colpire. In Puglia per farsi sentire fuori: sull’energia pulita che di questi tempi è “sporcata” dagli affari loschi di cui è sospettato il coordinatore Pdl Verdini; sul mondo agricolo per cominciare a scalfire il primato della Lega nel settore. Semina dentro, diffusione fuori regione. Il che al momento non è obiettivo semplice, per il governatore che punta a essere il candidato del centrosinistra alle prossime politiche, indipendentemente da quando si terranno (nelle intenzioni), anche se la tempistica ha un suo peso (nella realtà). Un passo per volta e senza polveroni, che c’è chi gufa o rema contro (Bersani, Di Pietro…).

Cerca nel Blog

FeedBurner FeedCount

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei siti "linkati” né dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di avvisare via e-mail per la loro immediata rimozione.

Gli autori