lunedì 7 giugno 2010

LAVORATORI PRECARI: LA COSCIENZA SPORCA DEI POLITICI SICILIANI

Il raduno di migliaia di precari a Palermo ha riportato le lancette della vicenda politica siciliana sull’ora esatta del dramma sociale e umano che stanno vivendo, da lungo tempo, 22.500 lavoratori degli enti locali in attesa di stabilizzazione.
C’è stato, perfino, un ben orchestrato e unanimistico “giuramento” all’Albergo delle povere di cui si sono resi protagonisti assoluti l’assessore Leanza e il governatore Lombardo, il quale, imbracciato il megafono, pareva volesse rubare il mestiere anche ai sindacati, dopo averlo rubato ai partiti d’opposizione al governo Berlusconi, di cui il suo MpA fa parte.

Una discarica nella riserva naturale del Vesuvio,...anzi due

Il cartello appeso alla rete di recinzione parla chiaro: "Area d'interesse strategico nazionale: divieto d'accesso, sorveglianza armata". Pochi metri più in là, poliziotti e militari controllano che nessuno s'avvicini o scatti foto. E fa bene, la vigilanza, a scoraggiare gli eventuali curiosi. Perché è desolante lo spettacolo offerto dalla discarica S.a.r.i. (Società agricola recuperi industriali) di Terzigno, 770 mila metri cubi nel cuore del Parco del Vesuvio. A partire dal tanfo che sale e invade le campagne confinanti. 

Poi ci sono le centinaia di gabbiani che, ossessivamente, roteano nel cielo. Infine c'è l'origine di questo incubo alla Hitchcock: il cumulo dei rifiuti urbani che, per legge, dovrebbero essere trattati.

Come ammazzare e cavarsela, ai tempi del sindaco Gianni Alemanno

Come si fa ad ammazzare in acque internazionali, in gran parte con colpi alla nuca, nove persone che portano aiuti umanitari, e cavarsela?

In genere il trucco consiste nell
'invocare l'antisemitismo.[1]

A diversi giorni di distanza dalla strage, l'esercito israeliano fa avere ai media una registrazione fatta di spezzoni che si interrompono bruscamente. Accanto a una frase perfettamente ragionevole detta da una voce femminile, una voce maschile dice 
"Go to Auschwitz" e un'altra dice qualcosa come, "Noi aiutiamo gli arabi a combattere contro gli americani. Non dimenticate l'11 settembre" - così leggo nella traduzione Ansa, ascoltando l'originale ho solo colto un marcato accento statunitense.

Cerca nel Blog

FeedBurner FeedCount

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei siti "linkati” né dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di avvisare via e-mail per la loro immediata rimozione.

Gli autori