mercoledì 25 agosto 2010

Fiume Evros, confine tra Grecia e Turchia, l'ultima porta aperta per i migranti verso l'Europa

Il fiume Evros, al confine tra Grecia e Turchia è l'ultima porta aperta verso l'Unione Europea per i migranti e richiedenti asilo politico. Una strada rischiosa, segnata da decine di incidenti e vittime. Grecia e Ue, intanto, non riescono ad uscire dalla logica della crisi permanente. Reportage di Osservatorio balcani e caucaso.
“Abbiamo camminato per ore alla luce della luna, in silenzio. Ad ogni rumore, il cuore mi saltava in gola: la 'Jandarma' turca poteva arrivare ogni momento. Poi, finalmente, ho sentito in lontananza il rumore della corrente. Ci hanno fatto salire su vecchie imbarcazioni e abbiamo remato, finché la barca ha toccato l'altra riva. Sono saltato in acqua, mi sono aggrappato a un ramo e mi sono issato sulla terraferma. Non riuscivo ancora a crederci: ero in Europa”.

Cerca nel Blog

FeedBurner FeedCount

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei siti "linkati” né dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di avvisare via e-mail per la loro immediata rimozione.

Gli autori