martedì 7 settembre 2010

“MACCHINE TERRORISTE DELLA MORTE” PATTUGLIANO LA FRONTIERA MESSICANA

Gli stessi aerei che rilevano palestinesi, iracheni, afgani o pakistani in modo selettivo con sofisticati equipaggiamenti (per sparare un missile o una bomba detta intelligente) controllano da oggi i messicani olatinoamericani che cercano di entrare negli Stati Uniti illegalmente.

Una flottiglia di sei aerei Predator B (aerei spie o droni) con una capacità di volo di 30 ore consecutive (e capacità per bombe intelligenti) integrerà lo stock, perché"l'obiettivo è di avere una regione di confine sicuro, che si estende dal Texas alla California. In questo caso ci sono ed è su questo che continueremo a lavorare", ha anticipato la segretaria della Sicurezza, Janet Napolitano.

Cerca nel Blog

FeedBurner FeedCount

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei siti "linkati” né dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di avvisare via e-mail per la loro immediata rimozione.

Gli autori