mercoledì 13 ottobre 2010

Nichi Vendola è un fiume in piena

Il centrosinistra? «Monotono, ripetitivo, votato alla sconfitta». Il governo? «Nemico della Puglia». I tagli nella sanità? «Si gioca sulla pelle dei pugliesi». Il Pd? «Si confronti con me. Dobbiamo smettere di avere paura della nostra gente e delle nostre ragioni. Io non ho paura». Nichi Vendola è un fiume in piena, ovunque lo porti la fittissima agenda elettoral-politico-istituzionale.





Da Torino a Vicenza, da Milano a Roma, da Bruxelles a Bologna: e la Puglia? 
«La regione è e resta al centro dei miei pensieri. A Bruxelles vado non solo per costruire un sistema di relazioni utilissime per la Puglia, ma anche per ritrovare la forza di tornare in Italia, a Bari a Roma e fare una battaglia a tutto campo per restituire dignità alla politica. Il problema della Puglia è il soffocamento causato dalle politiche del governo nazionale. La Puglia è strangolata da questa classe dirigente, da questo centrodestra e non ha neanche la fortuna di poter godere, come la Sicilia, di una politica capace di fare lobby per difendere gli interessi della comunità».

Cerca nel Blog

FeedBurner FeedCount

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei siti "linkati” né dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di avvisare via e-mail per la loro immediata rimozione.

Gli autori