domenica 9 gennaio 2011

Cacciare subito via la Camusso dalla CGIL!

  Cacciare subito via la Camusso dalla CGIL!
Si stanno stracciando tutti i contratti nazionali in tutti i settori. La Marcegaglia straccia il suo nella sua azienda (diecimila dipendenti). Si azzerano i diritti sanciti dalla Costituzione! Questo con la complicità della Camusso e di Bersani.
Le dimissioni della Camusso da Segretaria della CGIL sono diventate una necessità urgente. ...Se la CGIL non cambia subito direzione sarà il disastro per i lavoratori italiani.
Qualcuno dovrebbe denunziare ai Magistrati le truffe delle NEWCO che vengono costituite soltanto per danneggiare la condizione contrattuale e giuridica dei lavoratori.

Qualcuno dovrebbe recuperare il valore erga omnes dei contratti di lavoro e la loro validità indipendentemente dalla appartenenza alla  Confindustria.  Oggi basta uscire dalla Confindustria per ritenersi libere da ogni e qualsiasi impegno. Il contratto di lavoro non può dipendere da questo: è una costruzione giuridica viva che è cresciuta nel tempo e che ha una sua vita  giuridica.
Ma la CGIL sta assecondando con passività un processo di spoliazione che riduce i lavoratori italiani al livelli di quelli della tunisia che sono in rivolta per il pane. La CGIL deve essere recuperata subito e prima che sia troppo tardi al suo ruolo di difesa delle classi lavoratrici. Non può essere " complice" di Sacconi e della Marcegaglia...
Il rifiuto della Camusso per lo sciopero generale è  deleterio e disarma i lavoratori italiani della loro arma di difesa.

di Pietro Ancona
Articolo inviato a Nuovediscussioni-SudTerrae dall'autore Pietro Ancona già membro dell'esecutivo della Cgil e consigliere del CNEL

Nessun commento:

Posta un commento

Cerca nel Blog

FeedBurner FeedCount

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei siti "linkati” né dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di avvisare via e-mail per la loro immediata rimozione.

Gli autori