mercoledì 19 gennaio 2011

Pyalara: una Organizzazione per il futuro


Oltre ventimila persone hanno manifestato, Sabato 15 Gennaio a Tel Aviv, contro l’Occupazione Israeliana dei Territori Palestinesi e le scelte scellarate del Governo che sta spingendo Israele in un vicolo cieco di terrore. E’ stata la piu’ grande manifestazione degli ultimi anni.
Gli slogan erano chiarissimi: Israele non e’ solo questo Governo; Pericolo: la Democrazia e’ alla fine; Lotta al Governo oscurantista; La minaccia Lieberman e’ piu’ seria della minaccia Iraniana.
Il Ministro degli Esteri Avigdor Lieberman ha intenzione di prendere misure drastiche contro i gruppi progressisti e le organizzaioni non-governative per la Difesa dei Diritti Umani e sta preparandosi ad attaccare l’Iran.
Secondo lui queste organizzazioni vogliono “delegittimare” l’IDF ( Israel Defence Force) sostenendo che aiutano il terrorismo. Lieberman ha attaccato anche i mebri del Knesset, il Parlamento Israeliano, che si oppongono al suo tentativo di metterli fuori legge.
Lo stesso Kadima, il partito fondato da Ariel Sharon e’contrario al suo progetto. La presidente del partito, Tzipi Livni che si e’ distinta per la sua spietatezza durante i bombardamenti di Gaza, ha dichiarato che “il Governo Netanyahu-Lieberman alimenta un fuoco che sta spazzando via il nostro Paese”.

Cerca nel Blog

FeedBurner FeedCount

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei siti "linkati” né dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di avvisare via e-mail per la loro immediata rimozione.

Gli autori