domenica 13 febbraio 2011

Tutti contro la diga di Belo Monte

Centinaia di indigeni brasiliani hanno protestato a Brasilia contro la costruzione di quella che potrebbe essere la terza centrale idroelettrica più grande del mondo, dopo le Tre Gole cinesi e Itapiu fra Brasile e Paraguay. Con un'imponente manifestazione hanno colto l'occasione per consegnare unapetizione firmata da 600mila persone.

Si tratta della diga di Belo Monte, nella conca del fiume Amazonas, che, se costruita, distruggerebbe il più grande bosco tropicale del pianeta. Ma il governo Rousseff non ci sente, come non ci ha sentito il governo Lula. Il ministro dell'Energia, Edison Lobao, ha già messo le mani avanti promettendo che ogni persona colpita da questo mega-progetto riceverà un indennizzo e un nuovo posto dove stare, e annuncia: "I lavori cominceranno presto", con un investimento pari a 7300 milioni di euro.

PAESI ARABI: RIVOLTA O RIVOLUZIONE?


Sommario:
Democrazia per i Paesi arabi poveri e per quelli ricchi; la rivoluzione degli internauti; Egitto: i due fantasmi più temuti; i Fratelli Musulmani; la Fratellanza in posizione d’attesa?; Egitto, un nuovo Iran? ; L’entusiasmo per la “rivoluzione” iraniana; il Cairo non è Berlino; nel mondo arabo manca la “rivoluzione francese”.


Democrazia per i Paesi arabi poveri e per quelli ricchi
Povertà, istruzione, social network: agitando per bene questi tre fattori si ottiene un mix esplosivo che nel mondo arabo è giunto a mettere in discussione anche i rais più autocratici.
E’ accaduto prima in Tunisia e poi, a catena, in Egitto, nello Yemen…domani chissà!
Le piazze delle loro capitali si sono sollevate per chiedere libertà, lavoro e benessere economico e riforme democratiche. Richieste giuste, sacrosante contro regimi cristallizzati che parevano eterni.

Cerca nel Blog

FeedBurner FeedCount

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei siti "linkati” né dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di avvisare via e-mail per la loro immediata rimozione.

Gli autori