lunedì 21 febbraio 2011

Gheddafi, l’amico del Caimano, che l'Italia pagava per massacrare i migranti

Sta affondando nel sangue la dittatura di Muammar Gheddafi, l’amico del Caimano, il “nostro figlio di puttana” secondo la logica roosveltiana (parlava di Anastasio Somoza), che la democrazia italiana pagava profumatamente per massacrare migranti e che oggi forse gira quegli stessi soldi a mercenari che massacrano i giovani libici.

Cerca nel Blog

FeedBurner FeedCount

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei siti "linkati” né dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di avvisare via e-mail per la loro immediata rimozione.

Gli autori