giovedì 24 febbraio 2011

Una Libia colore rosso sangue

La guerra civile in atto con il caos che ne consegue lascia poco spazio a previsioni su futuri scenari politici. Il primo obiettivo, adesso, è fermare il massacro della spietata repressione libica ordinata da Muammar Gheddafi, il cui folle discorso non ha fatto che aggravare la situazione. Il leone ferito è uscito allo scoperto e la rabbia cieca del dittatore rischia, con tutta probabilità, dicancellare, polverizzare la nazione libica fondata su delicati equilibri di natura tribale-clanistica.

LE QUINDICI COSE CHE DOBBIAMO SAPERE SULL'ACQUA

Perché parlare di acqua?
Il problema "acqua", che di solito non ci poniamo perché possiamo ancora averne a sufficienza soltanto aprendo il rubinetto, è in realtà un problema mondiale. L'acqua potabile è pari soltanto al 3% di tutta quella presente sul pianeta e diventa sempre più scarsa a causa dell'innalzamento delle temperature e dell'inquinamento. Circa un miliardo e mezzo di persone, nel mondo, non accedono all'acqua e c'è il rischio che intere popolazioni siano costrette, in un futuro non lontano, a trasformarsi in veri e propri "profughi idrici". Già tante guerre si combattono a causa dell'acqua e molti Stati dominanti, insieme ai grandi gruppi finanziari mondiali, stanno cercando di appropriarsene per usarla come strumento di potere e di ricatto nei confronti delle popolazioni. In molte parti del mondo ci sono state sanguinose rivolte di cittadini per questi motivi e si è creato un movimento mondiale per la difesa dell'acqua. L'acqua, in quanto indispensabile alla vita, è un DIRITTO di tutti, così come sancito da una risoluzione dell'ONU del luglio del 2010 (votata anche dal Governo italiano) che ha dichiarato "il diritto all'acqua potabile e sicura ed ai servizi igienici un DIRITTO UMANO essenziale al pieno godimento della vita e di tutti i diritti umani" . Tutti dovremmo acquisire consapevolezza che l'acqua va tutelata, risparmiata e gestita dalle comunità secondo questi principi e dovremmo acquisire comportamenti conseguenti.

Cerca nel Blog

FeedBurner FeedCount

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei siti "linkati” né dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di avvisare via e-mail per la loro immediata rimozione.

Gli autori