domenica 12 giugno 2011

Vinciamo per il futuro del paese

Vinciamo lo stesso, nonostante lo spettacolo desolante offerto in queste ultime ora dalla cricca del Palazzo. Assistiamo sgomenti come cittadini e cittadine a dichiarazioni di ministri ed esponenti politici che invitano ad astenersi sui referendum del 12 e 13 giugno. Qualche ora prima era stato il capo dello Stato a ricordare i fondamenti della grammatica istituzionale. "Farò come sempre il mio dovere di cittadino ed andrò a votare ai referendum", ha dichiarato Giorgio Napolitano. Non una dichiarazione di poco conto, visto il clima di naufragio in cui versa il governo e nel quale vorrebbe precipatere l'intero Paese.

Il problema morale del fronte astensionista

Gustavo Zagrebelsky, eminente costituzionalista e presidente emerito della Corte Costituzionale, su la Repubblica del 27.5.2005 prese posizione sull’invito all’astensione delle gerarchie ecclesiastiche nel referendum sulla fecondazione assistita. Oggi, per fortuna, anche il Papa è contro il nucleare. Tuttavia, la campagna astensionistica di questi giorni di Berlusconi e di tanti uomini di governo, solleva un problema morale, di moralità politica e civile. Sono, dunque, attuali le considerazioni di allora di Zagrebelsky sugli appelli all’astensionismo, di cui pertanto pubblichiamo uno stralcio. (Intanto noi andiamo tutti a votare SI’ con nonni, zii, cugini e amici!)
C’è ancora, forse, qualche considerazione sull’appello all’astensione nel referendum del 12-13 giugno, destinato a proiettare ombre durature sul futuro della convivenza civile nel nostro Paese.

Cerca nel Blog

FeedBurner FeedCount

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei siti "linkati” né dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di avvisare via e-mail per la loro immediata rimozione.

Gli autori